Come si produce il vino in Valpolicella: dalla vendemmia, all’imbottigliamento  

72
Come si produce il vino

La Valpolicella è un territorio situato a nord di Verona, vicino al Lago di Garda. È diventato famoso come zona di produzione del vino Amarone della Valpolicella, del Recioto, del Corvina, del Molinara e tantissimi altri eccellenti vini. Il processo di vinificazione delle uve, in questo territorio, vanta una storia secolare. Le tecniche produttive sono da sempre seguite e curate con attenzione, perfezionate nel tempo e rese uniche nell’efficienza e nella resa. Molti si chiedono come si produce il vino in Valpolicella per ottenere dei risultati così straordinari. Le fasi produttive della vinificazione sono caratterizzate ed esaltate dalla qualità della materia prima impiegata nel processo. Gli uvaggi autoctoni, fanno la differenza, perché tutto inizia e finisce sempre dall’uva.

Come si produce il vino: le fasi di lavorazione

Conoscere come si produce il vino aiuta a capire le caratteristiche più importanti e le varie sfaccettature di ogni prodotto. Volendo riassumere le varie fasi che compongono la produzione del vino, dobbiamo elencare:

  1. Vendemmia
  2. Diraspatura e Pigiatura
  3. Fermentazione alcolica
  4. Svinatura
  5. Torchiatura
  6. Imbottigliamento
  7. Stoccaggio

Vendemmia

Consiste nella raccolta delle uve. Il periodo di raccolta degli uvaggi cambia a seconda del vitigno e del prodotto che si vuole ottenere. In Valpolicella la raccolta è ancora fatta a mano ed è tardiva per la produzione di alcuni dei più famosi vini della zona. Più a lunga l’uva rimane sulla pianta, maggiore è la concentrazione di zuccheri e sostanze pigmentati e minore risulterà l’acidità. 

Diraspatura e pigiatura

La diraspatura la fase durante la quale gli acini sono separati dal rachide, o raspo. I raspi devono essere separati dagli acini perché contengono elevate quantità di tannini, lignina, resine e pectine che, se trasferite al vino, ne altererebbero il sapore finale.

La pigiatura invece, consiste nella spremitura degli acini e serve a separare la parte liquida da quelle solide (vinacce e vinaccioli).

Fermentazione alcolica

Si tratta della vera e propria vinificazione. In questa fase gli zuccheri, presenti nei mosti, si trasformano in alcol. Questo processo è reso possibile dalla presenza dei lieviti naturali. In Valpolicella la fermentazione dell’Amarone e del Recioto avviene in specifici contenitori in acciaio, segue il metodo naturale ed è eseguita all’interno di locali dedicati a temperatura controllata.

Come si produce il vino

Svinatura

Per la svinatura è solitamente impiegata un’elettropompa che toglie il vino dal tino e lo travasa all’interno di una botte pulita.

Torchiatura

A questo punto nel tino sono rimaste solo vinacce bagnate. Queste sono successivamente pressate per la produzione di altro materiale atto alla distillazione, o in alcuni casi, anche alla concimazione.

Imbottigliamento

Per sapere nel dettaglio come si produce il vino è importante conoscerne ogni fase, compresa quella dell’imbottigliamento. Uno step molto importante, visto che il vino è un prodotto particolarmente sensibile all’aria. Terminata la fase della maturazione il vino è travasato e filtrato ed infine imbottigliato (messo in bottiglia). A questo punto deve nuovamente stabilizzarsi, per questo motivo è fatto affinare per diversi mesi direttamente in bottiglia. Ad esempio l’affinamento in bottiglia del vino Amarone della Valpolicella, dura ben 12 mesi.