Autismo a scuola: come affrontarlo al meglio

249
vista-laterale-del-bambino-che-impara-dal-tutor-a-casa

I bambini con autismo devono affrontare molte sfide, incluso il modo in cui imparano a scuola. Ma è importante che lo studente autistico si senta a suo agio in un ambiente che non gli è familiare.

Gli insegnanti che insegnano ai bambini autistici a scuola devono sapere come sostenerli in modo che possano raggiungere il loro pieno potenziale. Vale la pena notare che non esistono due bambini autistici uguali, poiché ogni bambino richiederà diversi livelli di supporto in un ambiente scolastico tradizionale o speciale.

Ecco alcuni consigli per affrontare al meglio l’autismo a scuola.

Dedica del tempo a conoscere il bambino autistico a scuola

Una delle prime cose che il personale scolastico dovrebbe fare è dedicare un po’ di tempo a conoscere il proprio bambino autistico. Potrebbe essere facile cadere nella trappola di pensare che tutti i bambini autistici a cui insegni siano simili tra loro, ma ogni bambino avrà i propri punti di forza, debolezze e interessi individuali.

L’interazione intensiva è una buona strategia da utilizzare, in particolare se l’insegnante incontra il bambino autistico per la prima volta. È un approccio utilizzato per interagire con persone che hanno difficoltà a comunicare e socializzare, compresi i bambini con autismo.

Con questo approccio, vale la pena lasciare che il bambino decida dove vuole incontrarlo alle sue condizioni in quanto può aiutare gli insegnanti a saperne di più su di loro. Questo può essere utile man mano che tuo figlio progredisce dalla scuola elementare fino all’università.

Crea e stabilisci una routine con loro

Ai bambini con disturbi dello spettro autistico piacciono le routine; quindi, è fondamentale lavorare con loro per creare una routine da seguire a scuola. È importante comunicare con loro eventuali cambiamenti in anticipo in modo lo studente non sia angosciato da eventi imprevisti che si verificano.

Per creare una routine per lo studente autistico a scuola, l’utilizzo di elementi visivi può essere particolarmente utile. L’insegnante potrebbe utilizzare una combinazione di immagini e simboli per produrre un orario che possono utilizzare per sapere quali compiti stanno svolgendo durante la giornata scolastica.

Avere un orario ben strutturato può aiutare tuo figlio a gestire il proprio tempo in modo indipendente mentre passa da un’attività all’altra.

Per affrontare al meglio il diploma di maturità con un alunno autistico, è fondamentale identificare le sue abilità e le sue competenze, per creare un percorso di studio personalizzato.

Sii consapevole del sovraccarico sensoriale

Gli insegnanti dovrebbero essere consapevoli del fatto che è probabile che un bambino con autismo sperimenti un sovraccarico sensoriale all’interno del proprio ambiente scolastico. È importante che vengano fornite loro semplici regolazioni in modo che non solo migliori il loro apprendimento, ma gestisca anche le loro sensazioni sensoriali durante la giornata scolastica.

Se il bambino o ragazzo autistico è sensibile al rumore, fornirgli delle cuffie può aiutarlo a concentrarsi, oltre a eliminare qualsiasi rumore di fondo. Fornendo pause e attività per regolare la stimolazione sensoriale, può aiutarlo non solo a calmarsi, ma anche a concentrarsi sul lavoro scolastico.

Fornisci una comunicazione chiara

I bambini con autismo troveranno difficile interpretare sia il linguaggio verbale che non verbale, che può includere il tono della voce e il linguaggio del corpo. Possono anche variare in termini di comunicazione verbale, con alcuni bambini autistici che non sono in grado di parlare e altri che hanno ottime capacità linguistiche.

Comunicare con domande retoriche, espressioni idiomatiche e metafore può confondere lo studente, quindi è fondamentale utilizzare un linguaggio semplice e diretto. Se lo studente autistico è uno studente visivo, allora l’insegnante dovrebbe creare materiali per rendere più facile per loro sapere come completare i compiti in un formato passo dopo passo.

Per i bambini autistici che sanno leggere, gli insegnanti dovrebbero fornire istruzioni scritte per i compiti.